Il rilancio di Michele Bravi

Michele Bravi continua a festeggiare dopo aver ottenuto il disco d’oro per il ‘Diario degli errori’, singolo che ha portato a Sanremo e con cui è arrivato al quarto posto. Nell’ultima intervista a Verissimo ha raccontato del suo disco ‘anime di carta’, un disco molto personale e introspettivo: “Nel disco parlo di una storia finita con un ragazzo. Volevo raccontare quello che è l’amore per la mia generazione. Io parlo sempre di una grossa fluidità delle emozioni. Ho capito che per me e quelli della mia generazione è importante avere davanti prima di tutto una persona. La sessualità viene dopo, anche se fortunatamente a 20 anni c’è anche quella.

Fin dall’inizio della sua carriera, dopo la vittoria di XFactor, molti si lanciarono contro di lui definendo la sua musica “morta”. Michele ha saputo rifarsi dimostrando a tutti il talento che indubbiamente ha “All’inizio ci ho creduto poiché sono molto rispettoso di chi ha più esperienza di me. Poi, mi sono messo in discussione e ho capito che la musica è una cosa mia, nessuno può togliermela. Ho iniziato a farmi meno paranoie e a togliere ogni filtro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *