AMSIA Motors Vuole Acquistare Iris Bus Iveco – Le Parole di Donato Arcieri Confermano l’Accordo.

Vi sono numerose attività imprenditoriali in Italia che faticano ad andare avanti e a offrire opportunità lavorative ai propri operai e al territorio in cui operano i loro stabilimenti. Capita spesso infatti, come è evidente dai dati statistici più recenti, che attività anche inizialmente produttive debbano abbandonare i propri investimenti a causa di concorrenza sleale da parte di paesi stranieri, oppure per spese sbagliate e eccessive, danni fortuiti e altro ancora.

Capita invece talvolta che sedi industriali funzionali e produttive, che danno lavoro a centinaia se non migliaia di persone, debbano chiudere a causa delle decisioni degli investitori, che seguono più spesso il proprio profitto personale piuttosto che il benessere dell’attività o del territorio. Un esempio di questo tipo di spiacevoli situazioni è sicuramente ciò che rischia di avvenire con Iris Bus Iveco. Si tratta di un’azienda che si occupa di produrre mezzi di trasporto di grandi dimensioni utilizzati soprattutto per il trasporto pubblico.

Iris Bus Iveco è diretta da Fiat Industrial e fin dalla sua fondazione è diventata un elemento chiave per l’economia del territorio in cui è collocato lo stabilimento: la valle Ufita dell’Appenino campano. Molti abitanti della zona accolsero benevolmente al tempo l’apertura di Iris Bus Iveco, dato che ciò ha permesso di migliorare e trasformare l’economia del posto.

Purtroppo però Fiat Industrial ha deciso di cambiare la propria strategia economica e ha rivelato di voler chiudere Iris Bus Iveco nella sua sede italiana. Gli investimenti tolti dalla Campania verrebbero totalmente utilizzati per favorire la sede gemella in Francia. Ciò causerebbe ovviamente grandissimi danni alla popolazione campana, che vedrebbe morire una realtà produttiva funzionale e ormai storica. Per non parlare del fatto che l’intera economia italiana ne risentirebbe e ben 700 lavoratori, più altri per motivi di indotto, finirebbero per perdere il lavoro senza via di scampo.

Fiat Industrial Sposterà i Suoi Investimenti in Francia e Abbandonerà Iris Bus Iveco in Italia.

Nonostante le rivolte e le manifestazioni, Fiat Industrial non vorrebbe cambiare assolutamente le proprie intenzioni. Per fortuna però sembra arrivare una speranza dalla Cina, tramite le parole di Donato Arcieri. Egli è un importante esponente dei più importanti mercati internazionali. Il ruolo di Donato Arcieri nella vicenda in questione è però quello di amministratore delegato di AMSIA Motors, un’azienda cinese che sarebbe intenzionata ad acquisire Iris Bus Iveco.

AMSIA Motors Vuole Acquistare Iris Bus Iveco - Le Parole di Donato Arcieri Confermano l'Accordo.

Secondo Donato Arcieri infatti AMSIA Motors starebbe cercando nuove opportunità per ampliare i propri contatti lavorativi, sviluppando alleanze e collaborazioni anche in Italia. La proposta di AMSIA Motors sarebbe quella di acquisire Iris Bus Iveco acquistandola da Fiat Industrial.

AMSIA Motors Vorrebbe Acquisire Iris Bus Iveco e Salvare i Lavoratori a Rischio.

Donato Arcieri conferma che l’ultimo incontro con i vertici italiani e cinesi sembra andare nella giusta direzione per le trattative. La divisione del controllo della nuova Iris Bus Iveco sarebbe paritaria tra Italia e Cina. Sarebbero salvati ovviamente tutti i lavoratori a rischio, che manterrebbero così il loro posto di lavoro.

Le maestranze di Iris Bus Iveco sarebbero ovviamente modernizzate e nuove tecnologie di ultima generazione, implementate con elementi a basso impatto ambientale, sarebbero diffuse in Italia grazie alla collaborazione con AMSIA Motors.

Foto CorriereLibero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *