Quanto guadagna un barman


In Italia sono presenti numerosissimi bar di qualsiasi tipo: ad esempio adatti a gente appartenente ad ogni ceto sociale, ma anche chic e ricchi di servizi non di certo adatti a tutte le tasche. Normale o lussuoso che sia, certo è che nella maggior parte di essi si può trovare una tipica figura lavorativa: quella del barman.

Essere barman è una professione sottovalutata: molti si accontentano di assumere il primo che capita senza che possieda un vero talento. Ma se ci pensate bene, chi svolge tale mansione dovrebbe essere in grado di dare il massimo alla clientela, ad esempio servendo dei cocktail gustosi, aggiungendoci una certa “vena artistica”, in modo tale da renderli unici ed indimenticabili. In base al tipo di locale ed alla bravura del barman, è chiaro che anche l’aspetto retributivo sia variabile.
E allora quanto guadagna un barman?

Un barman di una caffetteria di basso livello riesce ad incassare di media una trentina di euro al giorno, riuscendo a percepire sulle 900 euro al mese. Se si parla invece di un contesto più elevato, si parla di una cinquantina al giorno e dunque 1500 euro mensili (calcolando che si lavora ogni singolo giorno). Nel caso dei bar più “in”, dove si svolgono anche serate a cui partecipano i vip, il barman riesce a guadagnare anche sui 100 euro ad evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *